Raffaella Mendicino

Raffaella Mendicino

Raffaella Mendicino

Avvocato Civilista, Lamezia Terme Comitato Scientifico: Profiling – I Profili dell’Abuso Dal 1998 al 2000, Nomina dal Consiglio Superiore della Magistratura – Vice Procuratore Onorario preso la Procura della Repubblica di Lamezia Terme. Mediatore Civile.   Associazioni di Riferimento Socio O.N.A.P. (Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici)  

La vittimizzazione secondaria

La vittima del reato occupa un ruolo da protagonista nella società contemporanea e per rendersene conto è sufficiente porre l’attenzione sulle notizie presentate quotidianamente dai mass media. Da un punto di vista mediatico è sicuramente una figura sovraesposta, spesso abusata, pertanto capace di attrarre l’attenzione del pubblico in maniera direttamente proporzionale alla gravità del reato in cui è coinvolta. Viene spontaneo chiedersi se, a fronte della spasmodica attenzione mediatica, sussista un altrettanto adeguato interessamento prestatole dall’ordinamento giuridico, stavolta con finalità di tutela. Ad onor del vero solo negli ultimi decenni l’ordinamento giuridico si è compiutamente occupato della vittima da reato, ponendola al centro di uno studio interdisciplinare finalizzato tanto alla prevenzione dei fenomeni di vittimizzazione, sia primaria che secondaria, quanto alla contestuale ricerca ed attuazione di ogni idoneo strumento di tutela in suo favore.

Gaslighting: i profili giuridici di una forma di abuso psicologico

Il termine Gaslighting trae origine dal titolo di un’opera teatrale del 1944, “Gaslight”. Narra la storia di un marito che, utilizzando delle strategie, in particolare l’alterazione della luce delle lampade a gas della casa, spinge la moglie a dubitare di se stessa e delle sue capacità critiche fino a condurla sull’orlo della pazzia. Modalità di abuso psicologico che solo di recente ha suscitato l’interesse di studiosi, psicologi, psichiatri, medici e giuristi. Attenzione da attribuire anche ad una maggiore partecipazione ai problemi sociali realizzata dai mass-media che espongono al pubblico quotidiane storie di persecuzioni e maltrattamenti famigliari. Per cui il presente lavoro ha come obiettivo proprio la descrizione del fenomeno del gaslighting, ponendo particolare attenzione agli aspetti prettamente giuridici di questa forma di abuso psicologico.

Sindrome di Alienazione Parentale: uno sguardo psico-giuridico del fenomeno

Il presente studio ha come obiettivo una analisi del disturbo psicologico della c.d. Sindrome da Alienazione Parentale (PAS) che insorge nei minori nel contesto di conflitti genitoriali in fase di separazione e/o divorzio. L’obiettivo di questo lavoro è analizzare e comprendere la genesi, lo sviluppo e la manifestazione del disturbo, cercando di mettere in evidenza l’effetto destabilizzante che esso può provocare in soggetti in piena fase evolutiva. In virtù di ciò si cercherà di individuare un percorso di cura nell’ambito di un contesto interdisciplinare, in cui necessariamente dovranno interagire plurime figure professionali, capaci di sviluppare una necessaria quanto indispensabile sinergia collaborativa volta ad arginare i rischi di questo subdolo quanto pericoloso fenomeno.